Pubblicato da: thinkingbox | 24 aprile 2011

Pasqua gastronomica

Griglia

Foto di digitalnoise (Flickr)

Il long weekend per me e’ finito, ma voi al contrario andate avanti anche domani. Una buona parte l’ho passata a cucinare:

  • venerdi’ ho fatto una torta salata con tonno, patate e pomodori fritti;
  • ieri sera e’ venuto a cena il nostro amico professore di teologia e ho fatto melanzane alla griglia e ossibuchi con i piselli.
Tutti mi hanno fatto un sacco di complimenti ma io sono un po’ deluso:
  • gli ossibuchi erano buoni, tenerissimi, ma giusto uno zic sbruciacchiati alcuni piselli, avrei dovuto mettere piu’ burro;
  • i pomodori della torta salata erano un pelo aciduli, nonostante appena levati dall’olio avessero un buon sapore;
  • le melanzane erano buone, ma non fanstastiche.
Il vino, un Dolcetto d’Alba ovviamente d’importazione, poteva essere migliore. Comunque, ripeto, tutti erano contenti.
Abbiamo passato un po’ di tempo all’aperto, con un clima bislacco:
  • venerdi’ era freddino e ventoso, credo 6C di massima, avevamo tutti mani e punta del naso congelati, anche perche’ sulla Lakeshore c’era un bel vento freddo (ma questo non ha impedito a S. e A. di prendere un gelato piu’ che decente per lo standard Canadese);
  • ieri (sabato) ha iniziato piovendo e poi la temperatura e’ esplosa => sono passato da maglione e chiodo a magliettina nel giro di pochi minuti; caldo fantastico per il resto del giorno, A. e io abbiamo giocato a basket sul vialetto prima che arrivassero i nostri amici a cena;
  • oggi una via di mezzo, non caldo come ieri, un’altra passeggiata.
Per la cronaca, pare che qui sia l’aprile piu’ freddo degli ultimi 74 anni.
Questa mattina A. si e’ messo la sua divisa da boy scout e siamo andati in giro per la nostra strada a raccogliere fondi per piantare alberi non so piu’ dove. E’ andata a finire cosi’:
  1. iniziamo dal mio vicino simpatico e dalla dubbia professione, ma mi sa che sta ancora dormendo (sono quasi le 11:30 del mattino e io sono roso dall’invidia);
  2. nella casa successiva c’e’ “la Tedesca”, viceversa simpatica come una fistola anale, che chiede ad A. dove verranno piantati gli alberi, lui dice che non lo sa e allora la s*****a gli dice che non vuole donare nulla;
  3. nella casa dopo abita una simpatica famiglia di lontana ascendenza irlandese, ma non c’e’ nessuno;
  4. tocca poi ai nostri vicini di origine italiana, emigrati qui negli anni ’50 e non ci posso credere quando Domenico tira fuori un biglietto da 5$ e sua figlia addirittura da 20$ => cerco di convincerli che stanno esagerando, ma non c’e’ niente da fare, mentre A. e’ tutto ringalluzzito;
  5. attraversiamo la strada ma nella casa di fronte non c’e’ nessuno e tanto comunque non li conosco un granche’;
  6. in quella di fianco ancora c’e’ un bell’esempio di famigliuola White Trash e per fortuna non rispondono, per cui glissiamo (un giorno o l’altro dovrei dedicare loro un post intero);
  7. arriviamo ai gemellini e ci apre il loro papa’, che ha la faccia simpatica e lavora Downtown in una qualche finanziaria, lo vedo ogni tanto sul treno => altri 5$;
  8. un’altra casa vuota e poi in rapida successione A. incamera almeno altri 10$-15$ nelle altre 3 case successive.
Alla fin fine, un vero successone. Spero che gli scout siano contenti.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: